Latest Posts

Categories

Tags

Pizzium: il ritorno delle pizze regionali

18 Novembre, 2019 noramor 3 min read No Comments

Pizzium: il ritorno delle pizze regionali

18 Novembre, 2019 noramor 3 min read No Comments

Sbagliare è importante per crescere”. Parole di Nanni, uno degli storici fondatori di Pizzium.

Sono passati anni da quando Pizzium ha aperto la prima pizzeria in via Procaccini (zona Corso Sempione). Allora Nanni era uno dei pizzaioli al banco, ma il successo del format l’ha fatto diventare l’anima e il portavoce del progetto che sta aprendo nuovi punti vendita in tutta Italia (al momento 16 di cui solo 6 a Milano!).

Ma a cosa era dovuto l’incredibile successo di Pizzium? Sicuramente alla pizza, tra le migliori pizze napoletane in città. Sicuramente ai locali, arredati con l’inconfondibile stile casalingo. Sicuramente alla filosofia, per cui “la pizza è una cosa semplice”. Sicuramente al menù, unico nel suo genere, che proponeva pizze farcite con ingredienti tipici delle diverse regioni.

I clienti storici in effetti saranno rimasti di sasso quando le pizze regionali erano state sostituite dalle pizze rionali. A ogni pizza era stato infatti dato il nome di un quartiere di Napoli e i condimenti erano stati cambiati.

La qualità era rimasta la stessa, ma, a quanto pare, si era perso un pezzo dell’anima del Pizzium originale. Il cambio menù era stata una scommessa che evidentemente non ha ricevuto il riscontro sperato.

È però normale sbagliare, l’importante è rialzarsi e capire cosa fare. Questo Nanni l’ha capito e, per questo, ha deciso di presentare a vari food bloggers del settore, la soluzione: il ritorno delle regionali. Migliorato. Si, perché il nuovo menù è decisamente più strutturato del primo.

La scelta degli ingredienti è ancora più meticolosa e tutte le regioni hanno la propria pizza di rappresentanza. Alle 20 regionali si aggiungono 3 pizze classiche, degli antipasti, una buona scelta di panuozzi (dei panini fatti con l’impasto della pizza e cotti in forno) e alcuni piatti tipici campani.

 

In occasione della presentazione del ritrovato menù regionale siamo andati nel locale in via Doria per assaggiare alcune delle new entry!

Di seguito ve le presentiamo. Per tutte, però, vale una cosa: l’impasto è spettacolare. Soffice e digeribile, ben maturato (minimo 24 ore) e perfettamente cotto. Pizzium, non importa quale farcitura sceglierete, mantiene sempre un livello altissimo!

 

La Piemonte: salsiccia di Fassona a crudo, olio al tartufo e cornicione ripieno
La Piemonte: salsiccia di Fassona a crudo, olio al tartufo e cornicione ripieno

 

La prima pizza che abbiamo provato è stata la Piemonte: cornicione ripieno di ricotta e, al centro, fior di latte, salsiccia di fassona a crudo e olio al tartufo. Una bomba! Il tartufo non si impone troppo e il contrasto tra il caldo del fior di latte e la salsiccia fresca è davvero piacevole. Il cornicione ripieno è un surplus che ingolosisce ulteriormente.

 

 

 

 

 

 

 

Proseguiamo con la Basilicata, pizza farcita con fior di latte, patate al forno e peperone crusco. Forse non tutti conosceranno i peperoni cruschi. Si tratta di peperoni rossi dolci che, una volta essiccati, vengono fritto per pochi secondi in olio: l’escursione termica fa sì diventino “cruschi”, cioè croccanti Ci aspettavamo una pizza pesante vista la base bianca e le patate, ma siamo rimasti piacevolmente colpiti dalla leggerezza. Il merito va senz’altro all’impasto.

 

 

Molise: ventricina piccante e scaglie di caciocavallo

 

 

 

La terza pizza che ci viene proposta è la Molise. In onore della regione questa pizza è condita con pomodoro, ventricina piccante e scaglie di caciocavallo. I salumi piccanti sulla pizza sono classici, ma sempre d’effetto: i condimenti sono perfettamente bilanciati e gustosi.

 

 

 

Concludiamo i nostri assaggi con la Sicilia. Su una base di fior di latte si trovano alcuni dei prodotti tipici dell’isola. I filetti di tonno, i pomodorini e le olive regalano un sapore intenso e fresco. Una conclusione perfetta per questa cena!

 

 

 

 

Complimenti a Pizzium e a Nanni per aver avuto il coraggio di tornare indietro. Come tanti altri siamo felici del ritorno delle pizze regionali. Leggere il menù equivale a fare un tour gastronomico tra le eccellenze delle regioni italiane!

 

Giorgio Gemma

Nora Morini

noramor

All posts

No Comments

Leave a Reply

Follow

Articoli recenti

Archivi

Categorie

×